Massaggio con le coppette

COPPETTE

Anche detta coppettatura asciutta, è un’antica terapia deviante. Già presente sui grafici della Mesopotamia, dell’antico Egitto, della Cina e nelle tecniche curative sciamaniche; anche oggi si usano nella medicina popolare e in naturopatia.

La tecnica consiste nel creare un vuoto d’aria nella coppetta appoggiata sulla pelle che attira il tessuto superficiale in modo da creare i seguenti effetti:

  • Iperemizzante locale
  • Effetti riflessivi su organi distanti causati dalla stimolazione locale
  • Dilatazione del tessuto connettivo sub dermico con eventuale distacco di regioni “indurite”
  • Liberazione dei vasi linfatici “schiacciati”

L’ eventuale formazione di ematomi attiva i processi immunitari.

In parole povere: Con l’ausilio di specifici bicchierini di vetro o plexiglas, dotati di un apposita pompa in grado di creare vacum, si stimolano, per pochi minuti, dei punti ben precisi del nostro corpo. Questo permette di riscontrare un miglioramento per diversi disturbi, come ad esempio:

  • Dolori di schiena
  • Dolori al nervo sciatico
  • Dolori alle spalle
  • Emicrania
  • Dolori alle anche
  • Dolori al bacino
  • Dolori alle ginocchia
  • Coliche
  • Mal di stomaco
  • Gastrite nervosa
  • Calcoli renali
  • Asma bronchiale
  • Intestino pigro

Oltre alle coppette e al massaggio manuale, si usano oli essenziali o oleoliti fitoterapici che, oltre ad essere curativi, aiutano a far scorrere le coppette senza attriti. I segni sulla pelle spariranno dopo qualche ora.